domenica 8 febbraio 2009

Risotto alla zucca e fagioli borlotti



Bastano un po' di borlotti e la zucca va giù. Risotto lui-lei per eccellenza della mia cucina, questa combinazione mi permette la convivenza sulla stessa tavola coniugale col maritozzo onnivoro. Io infatti adoro la zucca per il suo gusto dolce, mentre lui la odia per lo stesso motivo. Il borlotto, però, smorza il gusto classico della zucca e dona al risotto un sapore robusto che gli fa apprezzare questo piatto, specialmente se accompagnato da un bel bicchiere di dolcetto o di barbera.

Ingredienti per 2 porzioni abbondanti

1 porro
200 gr di zucca già mondata
100 gr di fagioli borlotti surgelati (altrimenti un paio di manciate abbondanti)
180 gr di riso arborio o carnaroli bio
3 cucchiai d'olio d'oliva extra vergine
brodo vegetale caldo
sale qb
pepe nero qb

Cuocete al vapore i fagioli surgelati fino a che non saranno belli morbidi. Tenete l'acqua che rimane dopo la cottura per usarla in seguito insieme al brodo vegetale, che intanto scalderete bene. Pulite la zucca e tagliatela a dadini di medie e piccole dimensioni. In questo modo, a cottura ultimata, una parte della zucca rimarrà intera e visibile. Se volete invece un risotto più cremoso, tagliate tutta la zucca a piccoli pezzi, ma girate bene perché il risotto si attaccherà più facilmente.
Affettate finemente il porro, quindi soffriggetelo con i tre cucchiai d'olio e sale quanto basta. Quando è cotto, aggiungete la zucca e fatela insaporire per qualche minuto insieme al porro, poi aggiungete del brodo vegetale caldo. Cuocete la zucca una decina di minuti fino a che sarà bella morbida ma non ancora del tutto spappolata, quindi versate il riso e tostate per qualche minuto senza farlo attaccare.
Aggiungete quindi il brodo vegetale ben caldo e l'acqua di cottura dei fagioli fino a coprire il riso. Cuocete a fuoco vivace e aggiungete brodo e acqua quanto serve perché il riso sia sempre coperto, girando di tanto in tanto per non far attaccare il tutto. A metà cottura aggiungete i fagioli e terminate di cuocere il riso aggiungendo il brodo necessario. A cottura ultimata la zucca dovrebbe essere quasi del tutto sciolta.
Aggiustate di sale, disponete nei piatti e spolverate con pepe nero, meglio se appena macinato. Servite subito e gustate ben caldo.

Se volete potete arricchire questo risotto con del formaggio a scelta. Io di solito non lo aggiungo perché per me è già abbastanza nutriente e saporito così. Di solito lo propongo al maritozzo anticipandolo con un piatto di insalata mista e chiudendo il pasto con un kiwi o un'arancia perché la vitamina C aiuta a fissare il ferro contenuto nei legumi.

Consiglio ricicloso

Non buttate i semi della zucca, ma sciacquateli e fateli asciugare. Metteteli in una bottiglietta di plastica da mezzo litro e incollate il tappo. Scuotetela davanti al musetto del vostro pupo e guardatelo sorridere.

5 commenti:

  1. Grazie ;-) anche se la foto non mi sembrava molto allettante...

    RispondiElimina
  2. faticosi è questi mariti....! ;-)

    RispondiElimina
  3. Bisogna mantenerli bene ... :-)

    RispondiElimina
  4. Il risotto era il contrappasso per l'ora di lavoro che gli ho fatto fare per inserirmi il bookshelf nel blog!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin