giovedì 28 maggio 2009

La solita minestra


Fagiolini, patata, carota, zucchina con relativo fiore, formaggio caprino e crema mais-riso-tapioca... Non era la solita minestra, ma il giudizio del tupilotto è stato impietoso: dormiamoci sopra per dimenticare!

Chi ha avuto a che fare col frugoletto quando deve dormire sa bene quanto sia difficile. Non che la creatura si svegli ogni tre per due. Per fortuna tiene un sonno iperpiombigno, ma di addormentarsi per ogni dove neanche a parlarne. Non si degna proprio. Se non ha il suo lettino col suo materasso e possibilmente la sua pecorella dei sogni NISBA! Bisogna sperare e incrociare le dita finché non crolla. D'altronde mio padre dice che io ero uguale e che dovevano sempre viaggiare con il mio lettino da campeggio.

Potete quindi immaginare il mio stupore quando da un momento all'altro, fra due cucchiaini di pappa, ha chiuso gli occhi, piazzato il pollicione in posizione e schiacciato un sonoro pisolino di mezzora!

Domani sera rientriamo a Milano dopo due settimane dai nonni. Quattordici giorni in cui i cambiamenti sono stati continui e affascinanti. Il più evidente è il tentativo di posizione eretta. Se gli offro gli indici delle mie mani, mi soride e si tira in piedi. E' meraviglioso! Anche perchè è la prima vera interazione, il primo vero gesto consapevole che compie in risposta di una mia azione.

A gattonare invece ancora non ci pensa, anche se comincia a girarsi con una certa agilità e si arrabbia tantissimo quando una gamba gli rimane incriccata sotto al busto o al bacino. Stamattina per la prima volta si è addormentato a pancia in giù, pollicione ovviamente ben piazzato in bocca. Quanto era tenero...

L'interazione con gli altri, vista la presenza abbondante di nonni e zii che non vedono l'ora di accaparrarselo, è continua. Il tupi perciò è diventato ancora più ruffiano, si piega tutto per guardare chi viene e chi va e chiama le persone con un suo speciale gridolino acuto, sbattendo a volte entrambe le braccia. Anche i pets di casa, specialmente Riki, il cane nero, lo affascinano e lo attirano, tanto che non stacca loro gli occhi di dosso. E quando ha voglia di coccole e lo tengo in braccio si lascia andare tutto contro la mia spalla.

Notte buona a tutti

11 commenti:

  1. Che tenero! Anche Ettore manda gridolini sbattendo le ali, quando vede qualcosa (da mangiare) che gli piace.
    Non vedo l'ora di rivedervi!

    RispondiElimina
  2. Anch'io bellezza non vedo l'ora... è troppo che non ci incrociamo

    RispondiElimina
  3. Che furbacchioni sono i piccolini! capiscono subito quando sono al centro dell'attenzione.

    Un bacino sulla fronte del Tupilotto. La foto è bellissima e tenerissima :))))

    RispondiElimina
  4. Quanti ricordo mi hai fatto tornare in mente...
    Ricordo ancora che mio figlio (32) si addormentava mangiando, ma ricordo anche come la piccola (31) sputava con determinazione la triplo 0 e non mangiava...
    Ma si è riprasea alla grande..
    Ora aspetto i nipoti e credo che avrò molta più pasienza...almeno me lo auguro!!

    RispondiElimina
  5. Eli,grazie!

    Mammazan,benvenuta!

    RispondiElimina
  6. che bella immagine, i miei hanno superato da un po quell'età, non tutti gattonano prima di camminare

    RispondiElimina
  7. Che età hanno Gunther? Non credo si addormentino davanti alla tua torta all'arancia! Vedremo se vuole gattonare o partire a camminare. Ho deciso comunque che gli comprerò un paio di sandaletti, nel caso (sono contro le scarpe nei bambini piccoli)

    RispondiElimina
  8. mamma che tenerezza!
    ora ho nostalgia di un bebè!!

    RispondiElimina
  9. deve essersi saziato perbene !! che emozione quando iniziano a dormire a pancia in giu

    RispondiElimina
  10. che tenerezza!!! Quella minestrina doveva essere proprio buona se gli ha fatto questo effetto super rilassante :)

    RispondiElimina
  11. Grazie EStrella, grazie Adrenalina! L'avrei svegliato a furia di baci....

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin